In tendenza

Calcio, ancora disagi per la Leonzio: è costretta a “peregrinare” in altri campi sportivi per le partite in casa

Un matrimonio, quello tra il club bianconero e lo stadio Angelino Nobile, che ancora per qualche giorno non si concretizza

Da Francofonte a Carlentini, passando per Augusta a Vizzini, fino a Catania e, domani a Santa Croce Camerina, dove il match contro i locali – valido per l’undicesima giornata di campionato – sarà ospitato dalla struttura camarinese, pur essendo la formazione locale, formalmente, ospite dei leontini.

Il club bianconero, finora, è stato costretto ad un costante pellegrinaggio nelle strutture dei centri circostanti per ospitare le gare casalinghe. “La FC Leonzio – fa sapere la società – non può dunque che rilevare ed evidenziare lo stato di forte disagio che la situazione in essere ha comportato, relativamente alla propria attività. Con evidenti ricadute anche sul lavoro dello staff tecnico e del gruppo squadra, costretti,  sostanzialmente  a giocare costantemente fuori casa. Una condizione di “ordinaria straordinarietà” che il club sta fronteggiando con notevoli esborsi economici. Esborsi che la società ha sostenuto anche adesso, provvedendo direttamente alla messa in sicurezza dell’impianto sportivo Angelino Nobile, adempiendo a tutte le prescrizioni presenti nel verbale redatto dalla Commissione di Vigilanza dell’ 8 ottobre 2021 e producendo tutta la documentazione richiesta sui lavori effettuati. Solo un cavillo temporale, a detta della stessa amministrazione comunale, ci ha costretti a questa ulteriore trasferta casalinga. La nostra ottemperanza alle prescrizioni della commissione di vigilanza e la grande disponibilità manifestata durante l’incontro presso il Comune di Lentini dall’amministrazione,  che ringraziamo,  ci danno modo di confidare nella promessa di riportare a casa la Leonzio già in occasione del successivo match interno”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo