In tendenza

Area di Crisi Industriale Complessa. Comuni del triangolo inseriti nella Giunta regionale. I sindaci Stefio, Lo Faro e Lentini: “risultato importante”

La proposta della Giunta regionale  dovrà essere trasmessa al Ministero dello Sviluppo Economico per l'approvazione finale.

Svolta nella riunione di lunedì scorso nella camera di commercio.  Il sistema di lavoro locale Lentini, Carlentini e Francofonte alla fine è stato inserito dalla Giunta Regionale nella proposta di Area di Crisi Industriale Complessa per il polo petrolchimico siracusano. Adesso si attende che la proposta venga trasmessa al Ministero dello Sviluppo Economico per l’approvazione finale.

Abbiamo approfondito la posizione del sistema locale del lavoro di Lentini  e sono emersi elementi di novità riguardanti soprattutto investimenti per la produzione di idrogeno verde ricadenti nei comuni della zona nord della provincia siracusana. Elementi che sono stati valutati coerenti con i parametri oggettivi per la costruzione della proposta di area di crisi industriale“. Lo ha comunicato l’assessore regionale Turano a pochi giorni dalla conferenza che si è tenuta nella camera di commercio di Siracusa per la presentazione del dossier ai pochi comuni inseriti nella proposta. Proposta, questa, che originariamente vedeva esclusi i comuni del triangolo.

Per il primo cittadino di Carlentini, Giuseppe Stefio, che nella riunione di lunedì alla Camera di Commercio si è fatto portavoce dei sindaci, si tratta di un risultato importante che arriva da Palermo. “ Il Presidente Musumeci e l’assessore Turano – dichiara Stefio a nome dei sindaci di Lentini  e Francofonte –  hanno riconosciuto le ragioni del nostro territorio che ho esposto  in rappresentanza dei tre comuni, in occasione della presentazione del dossier dalla Regione per il riconoscimento da parte del Ministero dello Sviluppo economico dell’area di crisi industriale complessa, di lunedì scorso presso la Camera del Commercio di Siracusa. Un importante risultato che se troverà l’approvazione finale del Governo aprirà ad importantissime opportunità alle attività produttive del nostro territorio. L’obiettivo è quello di attivare finanziamenti ed agevolazioni specifiche per il Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale per le aziende che versano in uno stato di crisi economica, che potranno fare richiesta di agevolazioni sulla base degli avvisi pubblicati da Invitalia. Un risultato importantissimo, quindi, per rivitalizzare il tessuto produttivo della zona nord e ridare slancio all’occupazione.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo