In tendenza

Carlentini 1990-2021: 31 anni fa una scossa di terremoto distrusse la città. Stasera messa in memoria delle 12 vittime

Come ogni anno, il giorno di Santa Lucia  la città, che non ha dimenticato la tragica notte del 13 dicembre 1990, con una preghiera  commemora i concittadini rimasti sotto le macerie

Quarantacinque lunghissimi secondi, 7° scala Mercalli, ore 01,24. Dodici morti fra cui bambini, centinaia di feriti, 15 mila persone sfollate. Era la notte tra il 12 e il 13 dicembre 1990 quando, preceduta da un boato, una scossa di terremoto ferì a morte la città di Carlentini. Stasera in chiesa madre sarà celebrata la messa  per ricordare le 12 vittime del terremoto di Santa Lucia.

A distanza di 31 anni – ha detto il sindaco Giuseppe Stefio –  Il ricordo rimane immutato. Così come non dimenticheremo il grande sacrificio e l’impegno che la comunità di Carlentini ha dimostrato in tutti  gli anni della ricostruzione durante i quali si è cercato di ristabilire la serenità. Carlentini è una delle poche realtà che dopo un evento calamitoso di quella portata è riuscito a rialzarsi”

La preghiera dei cittadini sarà rivolta a Veronica Musumeci, i fratellini Antonino e Roberta Sorge, le sorelle Loredana e Antonella Cardello, Santo Furnari, Maria Ferrara, Giovanna Benintende Francesca Mallo, Sebastiano Musumeci, Luciano Turco e Concetta Carlentini.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo