In tendenza

Carlentini, la panchina rossa di piazza Vittorio Veneto sarà intitolata a Lauretta e Giordana vittime di violenza

Organizzata dall’associazione politico culturale, Davvero e Sempre, la cerimonia si svolgerà martedì 8 marzo alle 18,30. A seguire un dibattito con la testimonianza delle mamme delle giovanissime vittime

L’8 marzo alle 18,30, in piazza Vittorio Veneto, si svolgerà una cerimonia per l’intitolazione della panchina rossa a Lauretta Russo e Giordana Di Stefano, giovani donne vittime di violenza. Seguirà un dibattito moderato da Emanuela Ruma dal titolo ” Dedicato a Lauretta e Giordana” nella tenuta di Roccadia. A testimoniare il dolore della tragedia vissuta saranno le mamme delle vittime, Giovanna  Zizzo e Vera Squatrito.

L’evento è stato  organizzato dall’associazione politico culturale, Davvero e Sempre,  guidata dal presidente Giovanni Condorelli. Saranno presenti le psicologhe Leila Seguenzia e Claudia Basso, la docente Elisa Vecchio e i maestri di musica Enzo Zacco e Rossella Mugno.

Sarà un 8 marzo diverso – dichiara il presidente  dell’associazione Giovanni Condorelli –  perché all’evento saranno presenti le mamme delle  giovani donne sfortunate a testimoniare la loro tragedia,  il loro grande dolore.  Ci è sembrato doveroso dare seguito alla inaugurazione delle panchine rosse dedicandole alle ragazzine uccise,  per ribadire che la violenza va sempre combattuta. Come associazione ci proponiamo di invitare le persone alla riflessione. Solamente attraverso una grande azione costante di sensibilizzazione ed educazione si possono  ottenere risultati per scongiurare il ripetersi di simili fatti tragici che vedono protagoniste le donne. Occorre fare di più anche sul piano legislativo. Ogni donna deve sentirsi sicura dentro e fuori casa . C’è ancora tanto da fare, il cammino è lungo ma dai piccoli gesti possiamo costruire certezze per una vita più sicura”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo