In tendenza

Carlentini, Tari bocciata dalla maggioranza. Rossello (FdI): “sindaco senza maggioranza,si dimetta”

"Amministrazione precipitata nel baratro". Lo ha reso noto il circolo Fratelli d’Italia di Carlentini coordinato da Sebastiano Rossello a seguito la bocciatura della Tari da parte della maggioranza

La recente bocciatura in Consiglio Comunale della proposta dell’amministrazione relativa alla Tari, ufficializza ciò che da giorni era già palese a tutti: il sindaco Stefio non ha più una maggioranza che lo sostiene”. A dichiararlo attraverso una nota diffusa è stato il coordinatore cittadino del circolo Fratelli d’Italia Sebastiano Rossello.

Il momento sociale ed economico che stiamo attraversando – prosegue – è molto grave, siamo al centro di un ciclone alimentato dagli effetti diretti ed indiretti della pandemia, dalle fibrillazioni internazionali che stanno mettendo a rischio una quantità enorme di posti di lavoro e destabilizzando, con l’aumento dei prezzi, gli equilibri finanziari delle famiglie che non riescono più a reggerne il peso.

Come se ciò non bastasse, nel silenzio più assoluto dei sindacati e di una sinistra oramai lontana anni luce dai bisogni dei cittadini, che protesta solamente quando può fidelizzare consensi, stiamo assistendo al graduale smantellamento dei processi industriali del petrolchimico di Priolo e Melilli e quindi al venir meno di posti di lavoro ed economia nel nostro territorio già abbondantemente martoriato da politici che amano parlare degli “ultimi” per vivere loro da “primi”. Il sindaco Stefio dovrebbe prendere atto che non ci sono più le condizioni per il proseguimento di questa sua esperienza amministrativa, che non è certo il momento storico per personalismi o per dar sfogo ad eventuali ambizioni  e ridare con le proprie dimissioni la possibilità ai cittadini di eleggere una classe politica in grado di formare una amministrazione capace di affrontare e risolvere i bisogni della città”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo