In tendenza

Covid, ancora nessuno screening sulla popolazione scolastica. Demma (Carlentini) e Greco (Lentini): “disatteso il decreto festività”

A evidenziare la mancanza di organizzazione delle operazioni  di screening, i consiglieri comunali del PD di Lentini, Ciro Greco e di Carlentini, Giuseppe Demma secondo i quali un’attività che potrebbe consentire di isolare i casi di positività fra la popolazione scolastica non è stata finora programmata da parte dell'ASP di Siracusa

A pochi giorni dalla ripresa delle lezioni, la cui data è stata fissata per il 10 gennaio, i consiglieri del PD di Carlentini, Giuseppe Demma e di Lentini, Ciro Greco, hanno inviato una nota diffusa attraverso la quale evidenziano la mancata organizzazione delle operazioni di screening da parte dell’Asp di Siracusa sulla popolazione scolastica di Lentini e Carlentini.

“Il decreto n. 221 del 24 dicembre 2021, cosiddetto  decreto festività- dichiarano Greco e Demma –  al fine di assicurare l’individuazione e il tracciamento dei casi positivi nelle scuole di ogni ordine e grado, prevede un’attività di somministrazione di test per la ricerca del Covid e una correlata attività di analisi e refertazione e stanzia le risorse necessarie per svolgere questa attività di screening fra la popolazione scolastica al rientro dalle vacanze natalizie. E’ sorprendente come un’attività che potrebbe, anche se non in modo assoluto, consentire di tracciare e isolare i casi di positività  fra i docenti e gli studenti, a tutela della salute dell’intera popolazione scolastica e delle loro famiglie nel nostro territorio, non sia stata messa in atto dall’Azienda Sanitaria competente. Oltretutto l’aumento del numero dei contagi registrato negli ultimi giorni rende ancor più indispensabile l’espletamento di tale servizio. Mancano ancora tre giorni al rientro a scuola e auspichiamo che si sia ancora in tempo a predisporre le operazioni per lo screening di massa previsto dalla legge. Altrimenti ci troveremmo di fronte a una grave inadempienza da parte dei vertici dell’Asp di Siracusa i cui effetti ricadranno, purtroppo, solo sugli studenti, sui docenti, sul personale scolastico e sulle loro famiglie”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo