In tendenza

Distesa di canne e moria di pesci sulla spiaggia del litorale Agnone san Leonardo. Carlentinese presenta una denuncia alla Capitaneria di porto

Il proprietario di una delle villette sulla spiaggia, residente a Carlentini, ha segnalato alle autorità competenti la situazione. Gli animali in stato di decomposizione potrebbero comportare anche un pericolo dal punto di vista igienico sanitario

Non è dato sapere cosa sia accaduto realmente nelle ultime ore, di certo c’è che alcuni carlentinesi, proprietari di seconda casa nei villaggi Summer, costa Gaia e baia del Sole, oltre alla presenza dei soliti rifiuti ingombranti scaricati all’ingresso delle baie, sono stati attirati dal forte odore proveniente dal  mare. Sulla sabbia, probabilmente a causa della mareggiata legata agli ultimi eventi alluvionali, c’era una notevole quantità di pesci morti in mezzo alle canne trasportate dalla corrente. Uno di loro ha inviato immediatamente la segnalazione via mail, allegando le foto, alla capitaneria di porto di Augusta per denunciare la situazione che potrebbe comportare pericolo anche dal punto di vista igienico sanitario.

Un fenomeno, questo,  che sta destando viva preoccupazione anche tra quei proprietari che per tutto l’anno affittano le loro case ai turisti stranieri. Un biglietto da visita a dir poco disdicevole se solo si pensa che da una parte gli ingressi dei villaggi sono ancora invasi dai rifiuti ingombranti scaricati dagli incivili, mentre dall’altra parte, la spiaggia è ridotta ad un ammasso di canne e pesci morti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo