In tendenza

Elezioni Filbi Uila. Il carlentinese Massimo Gulizia è il nuovo segretario provinciale. Guiderà i lavoratori dei Consorzi di bonifica

Le elezioni si sono svolte a Ragusa durante il congresso sindacale territoriale, in  presenza del segretario nazionale Gabriele De Gasperis e regionale Enzo Savarino. Rappresentanti Sindacali Aziendali per il Consorzio 10 sono stati eletti Carmelo Rubbino e Domenico Raudino.

Il carlentinese Massimo Gulizia, dipendente del Consorzio di bonifica 10 di  Lentini,  è il nuovo segretario provinciale della Filbi Uila. Guiderà l’organizzazione dei lavoratori dei Consorzi di bonifica nella provincia di Siracusa. Eletti anche i nuovi Rappresentanti Sindacali Aziendali Filbi -Uil Carmelo Rubbino e Domenico Raudino.

L’elezione è avvenuta nel corso del congresso sindacale territoriale che si è svolto a Ragusa in presenza del segretario nazionale Gabriele De Gasperis e regionale Enzo Savarino.

E’ per me un onore immenso – dichiara Massimo Gulizia – essere stato eletto alla guida della segreteria territoriale siracusana della Filbi-Uila. Cercherò di mettere, assieme ai neo eletti Rappresentati Sindacali del Consorzio, tutto il mio impegno sia per il comparto della bonifica sia per  migliorare e rendere più efficiente i servizi resi all’utenza, anche attraverso un nuovo percorso fatto di dialogo e confronto con l’amministrazione consortile e gli esponenti politici della nostra provincia. In ultimo, vorrei esprimere un ringraziamento particolare al segretario territoriale uscente,  Giosuè La Terra, per il particolare lavoro svolto in questi anni di transizione. A lui va il nostro migliore augurio per la sua nuova carica a segretario territoriale Filbi-Uila della provincia di Ragusa”.

Dal congresso della Filbi, De Gasperis e Savarino hanno lanciato un appello denuncia: “Rischiamo di vivere il drammatico paradosso di un’Italia sempre più impegnata a rafforzare la propria sovranità alimentare mentre in Sicilia i Consorzi di Bonifica, fondamentali per l’agricoltura, vivono una grave crisi che si protrae da troppi anni. La Regione si assuma le proprie responsabilità, a partire da una legge di riforma che rimane ancora pendente da più di un triennio. La Finanziaria, inoltre, non costituisca un’altra occasione persa. La strada da percorrere è molto chiara  e il sindacato ha da tempo presentato pubblicamente le proprie proposte. Bisogna, innanzitutto, rafforzare l’attività dei Consorzi investendo sulla loro operatività, in primo luogo con la stabilizzazione dei lavoratori costretti a decenni di precariato. È necessario, quindi, che nella Finanziaria in attesa di approvazione all’Ars siano stanziate le risorse utili al riempimento di almeno il 50 per cento dei posti ancora vacanti nelle piante organiche degli enti, così come previsto nella precedente legge di bilancio, dando così risposta alle legittime aspettative di oltre 200 famiglie. Nel contempo si preveda un contributo straordinario, anche nella forma di sgravio al pagamento dei ruoli irrigui da parte degli agricoltori, per sostenere i Consorzi in questo momento di estrema difficoltà economicaChiediamo alla maggioranza e al governatore Musumeci – hanno concluso –  che colgano l’occasione rappresentata dalla Finanziaria per rilanciare l’attività degli Enti e sostenere così tutto il comparto agricolo regionale. Il 10 maggio, nel congresso regionale, la Filbi verificherà se anche questa primavera sarà trascorsa inutilmente per la Bonifica siciliana, quindi per i cittadini di quest’Isola”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo