In tendenza

Emergenza Ospedale di Lentini. Le associazioni locali chiedono l’intervento delle istituzioni sanitarie Regionali e Provinciali

Chiesto l’intervento delle Istituzioni Regionali e Provinciali per trovare una soluzione definitiva affinchè la struttura sanitaria di Lentini ritorni ad essere efficiente

“L’ospedale di Lentini è una risorsa indispensabile per la salute della comunità di questo territorio”. Ad evidenziare la situazione di emergenza in cui versa l’Ospedale di Lentini sono stati il presidente del club Lions di Lentini, Angelo Lo Presti  insieme ai presidenti di varie associazioni di Francofonte :Michele D’Elia, Pro Loco , Antony Pilli,  ASD Boxing Team, Natasha Carmen Rao, presidente Avis , Vincenzo Lo Terzo, presidente ANC , Daniela Sangiorgio, presidente ADA (odv) di Siracusa sez. di Francofonte, Salvatore Scollo, presidente Nuovo Corpo Bandistico 2001 , Aurora Missale, presidente associazione 8 marzo , Giuseppe Ticli, presidente ass. Rangers International ODV, Anna Zagarella, presidente club Art Europe,  Marika Sonia Sangiorgio , Presidente Vespa Club, Fausto Bertona,  presidente “Condividere Onlus”.

Attraverso una nota diffusa inviata al Sindaco e Consiglio Comunale, i firmatari hanno  sensibilizzato le Istituzioni locali affinchè la struttura sanitaria ritorni  ad essere efficiente.

” Come è a tutti ben noto – si legge nella nota –  l’attuale situazione della struttura sanitaria  di Lentini è particolarmente critica. Indubbiamente l’ospedale non verrà chiuso, ma la riduzione di personale sanitario  nei vari reparti, provoca automaticamente una scarsa produttività dei servizi ed ovvie conseguenze sugli ammalati. Inoltre è evidente la mancata attivazione da parte dell’Assessorato Regionale alla Sanità di un programma di potenziamento per rendere più operativo questo ospedale. Il quale è un presidio che ha una strategica posizione urbanistica che può garantire a numerosi comuni una validissima assistenza sanitaria.  L’ospedale di Lentini è collocato in un’area di facile raggiungimento da numerosi comuni dell’hinterland siracusano e catanese,  capace di fornire un’assistenza piuttosto vasta ed è favorito da un’ottima viabilità. Per  questo motivo non possiamo permetterci il lusso di perdere ulteriori servizi sanitari. Ricordiamo che questa parte di territorio, ai confini tra Siracusa e Catania, da sempre  ha  pagato più di altri la stagione dei tagli, rimanendo praticamente sempre al limite minimo delle sue potenzialità. Adesso serve attenzione per questo  Ospedale, il quale anche in tempi di Pandemia ci ha insegnato che ricopre un ruolo fondamentale nel quadro della sanità siracusana. Pertanto chiediamo alle Istituzioni Sanitarie Regionali e Provinciali una soluzione definitiva per riportare questa struttura ad una piena efficienza operativa”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo