In tendenza

Francofonte, operazione “muddica”. Rinviato a giudizio il sindaco Daniele Lentini

Nell’inchiesta, coordinata dal pm Tommaso Pagano,  sono stati coinvolti dirigenti e dipendenti del comune di Melilli

Rinviato a giudizio il sindaco di Francofonte Daniele Lentini nel contesto dell’operazione Muddica condotta dalla polizia di Priolo. Nell’inchiesta coordinata dal pm Tommaso Pagano furono coinvolti anche dirigenti e dipendenti del comune di Melilli.

Per il sindaco di Melilli, Giuseppe Carta, il processo è già in corso. Per il primo cittadino di Francofonte, imputato per la sua carica  di vicedirigente del II Settore, del comune di Melilli,  inizierà invece il prossimo anno.

Con Daniele Lentini , difeso dall’avvocato Stefano Rametta, il gup del tribunale di Siracusa, Salvatore Palmeri, ha emesso un  decreto che dispone il giudizio anche a carico dell’architetto Bruno De Filippo, dirigente del V settore del Comune di Melilli, dell’imprenditore Sebastiano Franchino, della dipendente dello stesso comune, Silvana Baracchi, tutti difesi dagli avvocati Fabiola Fuccio e Puccio Forestiere. A giudizio anche l’ex vicesindaco di Melilli, Stefano Elia, difeso dall’avvocato Ezechia Paolo Reale, l’imprenditore Giacomo Crucitti, difeso dall’avvocato Angelo Palermo e Samantha Spada, assistita dall’avvocato Giulia Licitra.

L’udienza  è fissata per il 2 marzo del prossimo anno. Gli imputati dovranno rispondere a vario titolo, di abuso d’ufficio, turbata libertà degli incanti e falso ideologico. Al centro  delle indagini condotte dagli  agenti del commissariato di Priolo reati contro la pubblica amministrazione, la fede pubblica ed il patrimonio, in relazione alle procedure di affidamento di lavori e servizi da parte di uffici pubblici.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo