In tendenza

Il Pd serra la fila, ufficiale l’ingresso del sindaco di Carlentini Giuseppe Stefio

Al netto delle smentite del caso (e d’ufficio) nel Partito Democratico di Siracusa iniziano le grandi manovre di rafforzamento in vista del 2022

Al netto delle smentite del caso (e d’ufficio) nel Partito Democratico di Siracusa iniziano le grandi manovre di rafforzamento in vista del 2022. Anno importante sia in vista delle elezioni amministrative ad Avola, Melilli e Solarino, ma soprattutto in vista delle regionali fissate nell’ottobre del prossimo anno.

Ufficialmente, però, l’adesione del sindaco di Carlentini, Giuseppe Stefio, non è dettata dalle prossime elezioni regionali, ma sembra ovvio che se il Pd dovesse chiederlo, un pensiero lo farebbe. Eccome. Stamattina il primo cittadino del comune della zona nord della provincia ha ufficializzato il proprio ingresso nel più grande partito del centrosinistra, insieme con il vice sindaco Salvatore La Rosa, gli assessori Salvatore Genovese e Sebastiano Nardo e i consiglieri Giuseppe Carnazzo e Lorena Brunno. Un messaggio dal forte significato politico, che lega a doppio filo il Pd con l’amministrazione comunale di Carlentini.

Stefio, il suo vice, gli assessori e i due consiglieri entrati oggi, infatti, fanno il paio con altri 4 consiglieri comunali di Carlentini (Giuseppe Demma, Nunziatina Regolo, Enza Catania e Sebastiano Franco) che avevano già aderito al partito. Una conferenza sobria quella di stamattina nella sede del Pd, dove a farla da padrone è stato ovviamente il segretario provinciale del partito, Salvo Adorno. “Accolgo con soddisfazione l’adesione del sindaco Stefio – ha detto – del vice sindaco, degli assessori e dei consiglieri comunali. Quello di oggi è un risultato importante perché Giuseppe Stefio porta nel Pd la propria esperienza virtuosa in un comune ben amministrato. Il Pd – ha proseguito Adorno – è un partito aperto e l’ingresso di Stefio è frutto della volontà nella sua interezza di tutta la segreteria. Speriamo che la sua esperienza possa rafforzare il partito e che il partito possa rafforzare l’amministrazione di Carlentini.”

Gli ha fatto eco il segretario della sezione del Partito democratico di Carlentini, Nuccio Carnazzo, che oltre alla soddisfazione per aver rinsaldato le fila del partito sia a livello provinciale, sia a livello locale, ha dichiarato come l’ingresso di Stefio fosse ormai “maturo” e come il partito nella zona nord sia cresciuto.

L’ultimo a prendere parola è stato proprio il “protagonista” di giornata, vale a dire il sindaco di Carlentini che ha esordito affermando come l’adesione sia dettata dal fatto che il Pd “è un partito pluralista – ha detto il sindaco – un partito che si oppone alle scelte anti europeiste. Entro in punta di piedi con la volontà di mettere a disposizione le mie esperienze.” E a precisa domanda su una possibile candidatura alle elezioni regionali, Stefio è stato tranciante: “Nessuna ambizione di concorrere per quelle elezioni, il mio obiettivo sono le amministrative 2023 a Carlentini. La nostra – ha concluso Stefio facendo riferimento a tutto il gruppo che ha aderito al Pd – è una scelta di campo diversa da chi oggi è alla ricerca di “gruppi” in vista delle prossime elezioni”.

Giulio Perotti


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo