In tendenza

La Casa di Babbo Natale e non solo: la città di Lentini si anima di eventi per le festività

Un ricco programma che coinvolge adulti e bambini

A Lentini si celebra il Natale all’insegna degli eventi. Un variegato programma coinvolge la città dall’8 dicembre all’8 gennaio, con iniziative rivolte sia agli adulti sia ai più piccoli.

A partire dal luogo che, per antonomasia, simboleggia la magia delle feste: la casa di Babbo Natale, allestita all’interno dell’ex pescheria.

“Le attività che sono in essere all’interno dell’ex pescheria sono state ideate e organizzate dall’assessorato alla Cultura e dall’assessorato allo Spettacolo insieme alla Pro Loco di Lentini e a tutte le realtà locali che si occupano di attività legate ai bambini, con cui abbiamo valutato idee e iniziative già in fase preparatoria” spiega Cristina Stuto, assessora alla Cultura.

All’interno dell’ex pescheria coabitano così diverse attività, pensate per allietare il Natale dei più piccoli ma anche per gli adulti, che “salutano con piacere Babbo Natale e visitano i mercatini natalizi con i prodotti di artigianato locale. Possiamo dire quindi con orgoglio che la formula scelta ha funzionato, ragion per cui sarà attiva fino alla Vigilia”.

“Siamo stati accolti in modo meraviglioso” commenta Sofia, de ‘Le Sorelle Creative’ – associazione legata alla Pro Loco. “Dopo anni di restrizioni e chiusure causate dalla pandemia, ci aspettavamo che la gente partecipasse attivamente. Molte persone comprano articoli di artigianato per uso personale, forse perché non hanno più la possibilità di acquistare per altri a motivo della crisi in corso”.

A piccoli passi, dunque, Lentini torna a (ri)vivere la magia del Natale. Ed è proprio la voglia di ripartire, insieme allo spirito di condivisione, a rendere ogni evento speciale, a qualsiasi età e coinvolgendo ogni settore in diversi luoghi della città. Tra le manifestazioni che hanno già animato Lentini, per esempio, c’è lo Show cooking realizzato da docenti e alunni dell’istituto professionale A. Moncada, mentre a rallegrare i cittadini dal 22 al 24 dicembre ci saranno gli spettacoli degli artisti di strada; e poi la mostra fotografica che sarà ospitata a palazzo Beneventano a partire dal mese di gennaio, un evento che farà spesso da cornice ad altre iniziative quali presentazioni di libri e conferenze legate alla cultura del territorio. Sì, perché le attività non si fermeranno dopo il giorno di Natale ma proseguiranno fino all’inizio di gennaio: merito anche dei giovani lentinesi, che hanno chiesto di essere parte attiva nell’organizzazione degli eventi cittadini attraverso concerti e altre performance.

Insieme al divertimento, poi, non sono mancati – e non mancheranno – momenti di grande emozione: “Quest’anno, per la prima volta, la città di Lentini ha accolto in piazza, sempre all’interno dell’ex pescheria, la Luce di Betlemme. Una tradizione che abbiamo scelto di liberare dai confini delle mura delle chiese per portare un forte messaggio di pace e speranza a tutta la città. È stato un momento di commozione e condivisione difficile da dimenticare; poi, ognuno ha portato un po’ di luce all’interno della propria parrocchia” conclude l’assessora.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo