In tendenza

Lentini, accorpamento Alaimo al Nervi. Marino (SnalsConfsal ): la scuola necessita di verità e attenzione

La tutela del personale scolastico,  degli studenti e  delle famiglie al centro dell’impegno del  segretario generale di Snals che continua  a seguire con particolare attenzione l’attuale  situazione pandemica

Non sono assolutamente convinto che la scuola sia il luogo più sicuro da frequentare in questo momento per i nostri ragazzi e per tutto il personale scolastico. E’ il momento di ridare alla scuola siracusana dignità ed autorevolezza”.

Lo ha dichiarato  il segretario generale dello SnalsConfsal di Siracusa, il prof. Renato Marino, preoccupato per alcune scelte dei dirigenti scolastici di svolgere in presenza le  riunioni degli organi collegiali.

Sono convinto – continua – che, se nelle scuole ci fossero stati  interventi legati all’aerazione e al riciclo dell’aria, oggi potremmo essere molto più sicuri nel frequentarla”.

Sul dimensionamento che nella provincia di Siracusa ha registrato l’accorpamento dell’I.C. “D. Dolci” al “I.C. Manzoni” e, a Lentini dell’Istituto superiore Alaimo al Nervi, Marino ha dichiarato: ““Su Istituti come l’Alaimo di Lentini, già in reggenza da 4 anni, una scuola che era già sottodimensionata a 600 alunni, ora lo è a 500 e che ha definitivamente chiuso il ciclo dell’istituto professionale agrario, ritengo che non ci sia altra strada che quella dell’accorpamento, in modo da ridare dignità ai lavoratori peraltro favorevoli alla fusione. In questi casi, l’accorpamento con un altro istituto tecnico di eccellenza come il “Nervi” che ha un I.T.I. ed un C.A.T, può solo fare crescere un’offerta formativa valida e di qualità. Quelli che oggi parlano di vocazione agrumicola del territorio, dove sono stati in tutti questi anni? La scuola siracusana, ha bisogno di verità e di grande attenzione”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo