In tendenza

Lentini, al comprensivo Marconi l’Erasmus Call 2019 “Rooting For Europe” con Badia Lost & Found diventa un gioco all’aperto

Un modo inedito per frequentare le vie del centro storico, immersi nell’arte urbana curata dalla coop. Badia attraverso il coinvolgimento del gioco di squadra in lingua inglese

Il IV Istituto Comprensivo Guglielmo Marconi di Lentini chiama la cooperativa Badia Lost & Found e il progetto Erasmus+ CALL 2019 “Rooting For Europe” diventa un gioco urbano diffuso e all’aperto.

I colori e i volti degli studenti provenienti dalla Grecia, dalla Slovenia, dalla Polonia e dal Portogallo hanno popolato le vie che si snodano da piazza Umberto I al quartiere Badia, grazie alla sinergia e alla progettualità svolta dal IV Istituto Comprensivo di Lentini, rappresentato dal dirigente scolastico Mariella Cristiano, che ha coinvolto nel progetto Erasmus+ CALL 2019 “Rooting For Europe” la cooperativa Badia Lost  & Found, a cui si riconosce l’ideazione del primo parco urbano d’arte della provincia e della “caccia al tesoro”: un modo inedito per frequentare le vie del centro , immersi nell’arte urbana(curata dalla coop. Badia,  attraverso il coinvolgimento del gioco di squadra in lingua inglese.

L’attività che ha coinvolto nel gioco  studenti e docenti dell’Unione Europea, Grecia, Polonia, Portogallo e Slovenia, si pone lo scopo di promuovere la mobilità attraverso l’apprendimento formale e informale, la partecipazione attiva dei giovani, l’inclusione, la creatività e la festa dell’integrazione in città.

23 ragazzi accompagnati dai loro docenti – afferma la dirigente scolastica Mariella Cristiano –  hanno avuto l’occasione di  spiegare ai nostri alunni l’importanza di far parte dell’Unione Europea e quanto le esperienze come l’Erasmus possano accrescere il senso di fratellanza e di amicizia reciproca fra i popoli.

“Mentre l’Europa e i nostri ragazzi sono scossi dalle terribili immagini del conflitto ucraino, che sembrano portare indietro nel tempo le lancetta della storia-  dichiara Cristina Pulvirenti vice presidente di Badia Lost & Found-  i giovani studenti italiani, polacchi, portoghesi, greci e sloveni del progetto Erasmus+, incontrandosi, cooperando e giocando assieme per un obiettivo comune, hanno dato a tutti noi un bell’esempio di solidarietà ed amicizia, che neutralizza ogni diffidenza e timore: un’occasione preziosa per la crescita culturale ed umana delle nuove generazioni. L’arte abbatte i muri”.

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo