In tendenza

Lentini, due furti nella notte. Pino (FdL): azione criminale crescente, subito provvedimenti

A distanza di 30 minuti dal tentato furto ai danni della pasticceria Navarria, un altro colpo è stato messo a segno nel negozio Standard di piazza della Resistenza.

Il Circolo territoriale Fratelli D’Italia interviene sulla vicenda sicurezza in città. Forte preoccupazione è stata espressa dai membri del Circolo di Lentini coordinati da Antonio Pino,  per la crescente azione criminale nel territorio, soprattutto dopo gli ultimi episodi che si sono verificati la notte scorsa a distanza di 30 minuti l’uno dall’altro.

Il primo è stato un tentato furto con l’utilizzo di un’auto ariete nei confronti della pasticceria Navarria nel centro storico città a pochi passi dal Palazzo Municipale poi fallito. L’altro invece è andato a buon fine ai danni del negozio di abbigliamento Standard di piazza della Resistenza.

Reputiamo di fondamentale importanza – dichiarano i membri del Circolo Fratelli d’Italia di Lentini – un’azione decisa e forte da parte delle istituzioni. Oggi  i cittadini e gli imprenditori non si sentono al sicuro. La sera il territorio rimane ampiamente scoperto ed i malintenzionati sono liberi di scorrazzare per le vie cittadine. Ecco perchè nella giornata odierna abbiamo ufficialmente richiesto tramite PEC inviata al  Sindaco di Lentini Rosario Lo Faro di proporre a sua Eccellenza il Prefetto di indire una riunione con il Comitato provinciale per l’ ordine e la sicurezza pubblica. Come già avvenuto in alcuni comuni della provincia anche Lentini ha bisogno di questo tipo di interventi, la città ed i suoi cittadini non possono essere lasciati in uno stato di abbandono, c’è bisogno di mostrare chiaramente che lo Stato è presente in modo deciso. Ovviamente seguiremo la vicenda passo dopo passo e non ci fermeremo fino a quando non saranno intraprese delle iniziative concrete. Questo territorio merita la massima attenzione proprio per il difficile momento sociale, culturale ed economico che sta attraversando”.

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo