In tendenza

Lentini, forze politiche a sostegno del sindaco prendono le distanze dal presidente del Consiglio: chieste le dimissioni

Attraverso un documento, le forze politiche e i gruppi consiliari che sostengono l’amministrazione guidata dal sindaco Rosario Lo Faro criticano la decisione del presidente del Consiglio intrapresa, a loro dire, senza preventiva comunicazione

La scelta del presidente del Consiglio Comunale Silvana Bosco Santocono di passare all’opposizione non è stata condivisa dalle forze politiche e dai gruppi consiliari che sostengono l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Rosario Lo Faro. Gli stessi, attraverso un documento hanno  dichiarato apertamente di aver preso le distanze.

Il comportamento tenuto dal presidente del Consiglio Comunale Silvana Bosco Santocono nel corso della seduta consiliare del 18 gennaio scorso è deprecabile sotto ogni punto di vista – dichiarano il sindaco  Rosario Lo Faro, il vice sindaco Maria Cunsolo, gli assessori  Enzo Pupillo, Cristina Stuto, Carlo Cardillo e i consiglieri comunali Ciro Greco, Maria Grazia Culici, Efrem Sanzaro, Adelfio Tocco, Agata Magnano, Corinne Valenti, Gianmarco Di Grande, Salvatore Ippolito -. Ha dato la sua adesione a un gruppo consiliare di opposizione. Non ha ritenuto di dare preventiva comunicazione della sua decisione né al sindaco e all’amministrazione comunale, né ai gruppi consiliari di maggioranza che hanno determinato la sua elezione. Non ha dato alcuna spiegazione della sua scelta. Le forze politiche e i gruppi consiliari che sostengono l’amministrazione del sindaco Rosario Lo Faro prendono apertamente e pubblicamente le distanze da questo comportamento e ritengono che la presidente del Consiglio Comunale Silvana Bosco Santocono debba dimettersi dalla carica che ricopre in quanto, con le sue scelte, non rappresenta più le formazioni politiche e consiliari che l’hanno espressa. Il compito di chi rappresenta all’interno delle Istituzioni i cittadini, in particolare di chi ricopre le cariche più autorevoli, è quello di operare sempre in modo lineare e trasparente assumendosi la responsabilità delle scelte che si compiono e traendone le dovute conseguenze”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo