In tendenza

Lentini, inchiesta “Morsa” sul clan Nardo: Carabiniere condannato a 7 anni

La sentenza è stata emessa dai giudici del Tribunale di Siracusa, che hanno condannato l’imputato anche al pagamento delle spese processuali ed ad un anno di libertà vigilata a pena espiata

È stato condannato a 7 anni di carcere per concorso in associazione mafiosa un carabiniere di 63 anni, coinvolto nell’inchiesta denominata Morsa sul clan Nardo di Lentini conclusa dai magistrati della Dda di Catania e dai carabinieri del Nucleo investigativo di Augusta.

La sentenza è stata emessa dai giudici del Tribunale di Siracusa, che hanno condannato l’imputato anche al pagamento delle spese processuali ed ad un anno di libertà vigilata a pena espiata. In quell’inchiesta emerse che il carabiniere avrebbe fornito delle soffiate alla consorteria criminale, capace di controllare nella zona nord del Siracusano ogni attività illecita, dalle estorsioni al traffico di droga.

Nell’ambito dell’inchiesta Morsa, nella settimane scorse, i carabinieri hanno eseguito la confisca dei beni, per un valore di 2 milioni di euro, a Giuseppe Gentile, indicato dalla Dda di Catania come reggente della cosca lentinese.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo