In tendenza

Lentini, ladri di arance: condannati all’ergastolo i due custodi. Esclusa l’aggravante della crudeltà

Accusati di aver sparato contro tre uomini e di averne uccisi due nelle campagne di contrada Xirumi, è stato disposto anche il risarcimento per tutte le parti civili

Dopo un’udienza durante oltre cinque ore, la corte d’Assise di Siracusa ha condannato all’ergastolo Giuseppe Sallemi, 44 anni e Luciano Giammellaro,72 anni entrambi di Lentini,  accusati del duplice omicidio dei catanesi  Massimiliano Casella, 47 anni, Agatino saraniti, 19 anni e del tentato omicidio di Gregorio Signorelli, avvenuto nelle campagne di Lentini, in contrada Xirumi nel febbraio del 2020.

Per entrambi la sentenza prevede la condanna alla pena dell’ergastolo (per Sallemi con l’aggiunta dell’isolamento diurno per un anno e sei mesi) , il pagamento delle spese processuali e di quelle di mantenimento in carcere durante la custodia cautelare e il risarcimento di tutte le  parti civili.

Per tutti e due è stata esclusa l’aggravante della crudeltà . Per le motivazioni occorre attendere 90 giorni.

Intanto sono stati confiscati i cellulari sequestrati e gli indumenti .Il pm Palmieri aveva chiesto l’ergastolo per entrambi gli imputati. Secondo la ricostruzione della Procura di Siracusa Casella e Saraniti insieme a Signorelli  quella notte tra il 9 e il 10 febbraio del 2020 si erano recati nel fondo agricolo per rubare arance. Vennero però scoperti dai due custodi che aprirono il fuoco. Signorelli, unico sopravvissuto,  in ospedale indicò alla polizia gli autori del duplice omicidio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo