In tendenza

Lentini, preoccupazione per la realizzazione della discarica in contrada Scalpello. Il 24 maggio la conferenza dei servizi

Il progetto prevede la costruzione di una discarica di 2.752.538 m3 di ampiezza, con la possibilità di abbancare 900.000 tonnellate annue per 4 anni . nei prossimi giorni il comune di Lentini convocherà un'assemblea pubblica fissata per il 20 Maggio. L'invito a partecipare è rivolto ai  cittadini, alle associazioni, ai sindacati, alle forze politiche, ai comitati e a tutti coloro che che hanno a cuore il futuro del territorio

L’amministrazione comunale di Lentini, attraverso un comunicato diffuso sulla pagina istituzionale del comune, rende noto di aver convocato un’assemblea pubblica per il 20 maggio. Le modalità e il luogo saranno rese note nei prossimi giorni. L’invito è rivolto a tutti i cittadini, rappresentanti di associazioni , di sindacati, forze politiche e comitati che hanno a cuore il bene del territorio.

Dopo qualche mese di apparente tranquillità – si legge – il nostro territorio si trova nuovamente sotto attacco dal punto di vista ambientale. Il Comune di Lentini è stato chiamato, infatti, a partecipare alla conferenza dei servizi che dovrà decidere la costruzione di una “discarica per rifiuti pericolosi da realizzarsi in C.d Scalpello”. La conferenza dei servizi è stata indetta dall’Assessorato Territorio e Ambiente e si terrà giorno 24 Maggio alle ore 10,00, con procedura on-line.

Non nascondiamo la nostra grandissima preoccupazione. Il progetto, infatti, prevede la costruzione di una discarica di 2.752.538 m3 di ampiezza, con la possibilità di abbancare 900.000 t/annue per 4 anni. Ma ciò che rende ancora più grave la situazione è la possibilità che tale quantitativo annuo possa essere “ritenuto soggetto a variazione in base all’emergenza a livello regionale”.

Ciò significa che, per motivi contingenti, potrà decidersi di aumentare la capacità annua di abbancamento di rifiuti. Una enorme discarica che andrebbe, così, ad aggiungersi e a congiungersi con la mega discarica di Grotte San Giorgio. Un affronto al nostro territorio che risulta incomprensibile e insostenibile ed al quale ci opporremo con tutte le Nostre forze.

Al fine di predisporre tutte quelle azioni che possano scongiurare l’ennesimo scempio ambientale, verrà convocata un’assemblea pubblica per giorno 20 Maggio, con modalità che saranno comunicate nei prossimi giorni. Chiediamo ai cittadini, alle associazioni, ai sindacati, alle forze politiche, ai comitati e a tutti coloro che che hanno a cuore il futuro del nostro territorio di partecipare”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo