In tendenza

Lentini, Silvana Bosco Santocono (lista Francesca Reale sindaco) è il nuovo presidente del Consiglio

Per la prima volta a Lentini una donna siede sullo scranno più alto. Il sindaco ha comunicato l’attribuzione delle deleghe agli assessori

Per la prima volta una donna siede sullo scranno più alto. Silvana Bosco Santocono è il nuovo presidente del consiglio comunale di Lentini. Con 9 voti favorevoli e 7 contrari l’Aula ha scelto la consigliera eletta nella lista Francesca Reale Sindaco.

Dopo gli attimi di indecisione della prima seduta di lunedì scorso il sereno sembra essere tornato all’interno della maggioranza. Vice presidente è stato eletto Luigi Campisi, consigliere di minoranza eletto nella lista L’Altra Lentini a sostegno di Stefano Battiato.

Non sono una brava oratrice – ha detto la neo eletta visibilmente commossa  – ma sarò il presidente  di tutti”. Una stretta di mano ai consiglieri di minoranza prima di prendere le redini della seduta.

Al termine, il giuramento del sindaco Rosario Lo Faro, che ha comunicato l’attribuzione delle deleghe agli assessori. “ Stasera – ha detto il sindaco  – abbiamo dato la risposta chiara che la maggioranza c’è.  Se c’è ancora qualche  piccolo malessere da colmare sono convinto che rientrerà in poco tempo. Il percorso sarà difficile ma la maggioranza c’è“.   In risposta all’assessore di opposizione Alessandro Vinci il sindaco ha detto : “Sulle dimissioni della Reale, lunedì ho letto le motivazioni, quindi nessuna dietrologia. Nessun rimpasto in giunta perché se qualcuno si dimette, bisogna sostituirlo. Di certo c’è che, come annunciato, Maria Cunsolo è il vice sindaco”.

L’assessore Ciro La Ferla si occuperà di solidarietà sociale, pari opportunità, turismo, spettacolo, sport, edilizia sportiva, randagismo, agricoltura, attività produttive, commercio, artigianato.

Enzo Pupillo si occuperà di bilancio, tributi, personale, informatizzazione, servizi demografici, annona.

Maria Cunsolo: ecologia, territorio e ambiente, edilizia scolastica, pubblica istruzione e  lavori pubblici.

Cristina Stuto:  urbanistica, edilizia pubblica e privata, ricostruzione legge 433, associazionismo, cultura, beni culturali, politiche comunitarie.

Carlo Cardillo: patrimonio, politiche giovanili, servizi cimiteriali, contenzioso, illuminazione pubblica, manutenzione strade, verde pubblico, viabilità.

Le deleghe che il sindaco ha tenuto per sé sono sanità, protezione civile, polizia municipale, rapporti con Sigonella.

Nel corso della seduta ad aprire gli interventi il consigliere di maggioranza  Ciro Greco secondo cui “l’impegno dell’intero consiglio è quello di  fare l’interesse della collettività a prescindere dai ruoli”. Nel suo lungo intervento il consigliere di minoranza Saverio Bosco,  rivolto all’amministrazione ha detto: “Adesso potete dimostrare di sapere saltare”.

Maria Grazia Culici  consigliere di maggioranza ha comunicato l’arrivo di un richiamo della Corte dei Conti sulla mancata redazione e pubblicazione della relazione di fine mandato del sindaco, la cui predisposizione spetta agli uffici competenti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo