In tendenza

Lentini, strage di Nassirya: cerimonia in memoria del caporal maggiore scelto Emanuele Ferraro

Ai piedi del monumento dove è stata deposta una corona, il sindaco, autorità civili e militari hanno ricordato il sacrificio del giovane caporal maggiore scelto vittima della strage in Afghanistan avvenuta il 12 novembre 2003

È stata una cerimonia commemorativa sobria, intensa e commovente quella che si è svolta ai piedi del monumento di piazza del Popolo in onore di Emanuele Ferraro, giovane caporal maggiore scelto vittima della strage di Nassirya avvenuta 19 anni fa. Il sindaco Rosario Lo Faro ha ricordato il sacrificio del giovane lentinese.

Stretti attorno alla famiglia,  l’amministrazione comunale di Lentini, l’assessore Sebastiano Nardo in rappresentanza del Comune di Carlentini.  Presenti al gran completo i volontari di Anc, Anps, Croce Rossa Italiana,  Auteri d’Italia sezione di Belpasso. Alla cerimonia hanno preso parte  i vertici locali di  Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza, dell’Esercito, della base Nato di Sigonella, i vigili urbani. Nel corso del suo intervento il sindaco Rosario Lo Faro ha comunicato l’impegno da parte dell’amministrazione per la celebrazione in grande stile della ricorrenza del ventesimo anniversario della morte del caporal maggiore. La cerimonia religiosa è stata celebrata  da padre Marco Scolla.

Al termine i partecipanti si sono diretti al cimitero di Lentini per deporre un mazzo di fiori sulla tomba di Emanuele Ferraro.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo