In tendenza

Lentini, viaggio nella SS194 tra rifiuti, prostitute e autovelox

Da un lato gli appelli dell’amministrazione le lotte di comitati e cittadini contro le discariche. Dall’altro il degrado più assoluto da parte di chi scarica sacchetti e ogni genere di spazzatura lungo la Ragusana

Materassi, ceramiche da bagno rotti e tanti, troppi, sacchetti per la spazzatura: è questo lo scenario che si presenta a coloro che percorrono la Ragusana, da sempre pericolosa, stretta e dove la prostituzione si esercita anche di giorno.

Per chi si mette alla guida per andare in ospedale, lo spettacolo è a dir poco disdicevole. Sacchi di rifiuti sono ben visibili agli automobilisti che a causa degli autovelox e dei mezzi che provengono dal senso di marcia opposto sono costretti a rallentare.

Laddove qualcuno ha deciso di gettare il superfluo, qualcun altro lo ha scelto come posto ideale per esercitare il mestiere più antico del mondo.

Quando spunta lo smartphone dal finestrino, la sfortunata di turno  che attende i clienti non accenna nemmeno a nascondersi. Attorno  una pattumiera dove si trova di tutto  persino una scatola di cartone piena zeppa di bottiglie di birra vuote.

A nulla sono servite le lotte intraprese da comitati e cittadini contro le discariche. Così come gli appelli dell’amministrazione comunale non sono riusciti a fare  breccia nel cuore degli incivili incalliti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo