In tendenza

L’Udc si riorganizza in vista delle Regionali: il sindaco di Francofonte nominato coordinatore provinciale

Il sindaco Daniele Lentini: “il progetto politico vedrà attuare i nostri sforzi per conciliare nuovamente la politica con la P maiuscola ed i cittadini, sforzarci come sappiamo fare per completare le liste elettorali dei Comuni che andranno al voto la prossima primavera, nonché la lista che vedrà affrontare la competizione regionale"

Daniele Lentini, sindaco di Francofonte, è stato nominato coordinatore provinciale dell’Udc. La nomina è avvenuta lo scorso 14 febbraio.

Accolgo con piacere ed enorme soddisfazione –  ha detto – la mia nomina a coordinatore provinciale dell’UDC avvenuta in data 14 Febbrai o 2022 e ringrazio il Segretario Nazionale On. Lorenzo Cesa e il Coordinatore Politico Regionale On. Decio Terrana per la fiducia e la stima accordatami.

E nota da più anni, la mia adesione al partito UDC insieme al gruppo politico che rappresento formato da 12 consiglieri comunali. È un onore poter rappresentare in provincia i principi e valori dell’UDC, partito dei moderati che ha lavorato promuovendo quei valori che sono stati sempre i capisaldi della società italiana mettendo al centro l’uomo, la famiglia, il lavoro, la solidarietà, la sussidiarietà.

Sarà mia cura lavorare con grande impegno per costruire nella provincia un partito forte, coeso, unito, presente in tutto il territorio con l’obiettivo, senza presunzione alcuna, di essere all’interno della coalizione di centro destra il partito che farà da traino a tutta l’area moderata e che sarà in condizione di esprimere il deputato regionale e di essere rappresentato anche nei comuni in cui da qui a breve si terranno le elezioni amministrative.

Non risparmierò energie per lavorare a favore del partito investendo su politiche tese a risollevare la nostra provincia in termini di progettualità, risoluzione dei problemi e impegno sui problemi sociali e lavorativi. Con grande umiltà, incontrerò i tanti amici che per disaffezione alla politica, per malintesi, si sono allontanati pur essendo culturalmente vicini ai valori sociali e politici del nostro partito e dell’area moderata che rappresentiamo.

So bene che è un lavoro duro, immane, girare in lungo e in largo la Provincia con i suoi 21 Comuni, incontrare simpatizzanti, gli amici, gli aderenti, i consiglieri comunali e chi a qualunque titolo vorrà esserci. Lo  farò con grande spirito di servizio, per lanciare insieme questo progetto politico dell’UDC su Siracusa e provincia, che vedrà attuare i nostri sforzi per conciliare nuovamente la politica con la P maiuscola ed i cittadini, sforzarci come sappiamo fare per completare  le liste elettorali dei Comuni che andranno al voto la prossima primavera, nonché la lista che vedrà affrontare la competizione regionale dove l’UDC sarà presente con autorevoli personaggi di alta statura politica ottenendo le giuste rappresentanze a tutti i livelli, a partire proprio dalla deputazione regionale da troppo tempo assente nella nostra provincia.

Chiedo a tutti gli amici, i simpatizzanti, i consiglieri comunali e i cittadini di voler partecipare a questo progetto, che seppur ambizioso, è sicuramente alla portata dei nostri sforzi e delle nostre capacità organizzative e politiche. Concludo volendo ribadire a tutti gli amici che il partito sarà un partito inclusivo, aperto  a tutti, fermo restando che chi ci vorrà essere, dovrà essere rispettoso delle regole, dei buoni comportamenti e del vivere civile, nel rispetto delle legittime aspirazioni di ciascuno”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo