In tendenza

Madre e figlia trovate morte a Lentini, fermato respinge accuse

Nelle prossime ore è attesa la decisione del gip sulla convalida della misura cautelare

Ha negato le sue responsabilità sulla morte di Lucia Marino, 56 anni, e Francesca Oliva, 80 anni, figlia e madre, trovate senza vita, nei giorni scorsi a Lentini (Siracusa), Adriano Rossitto, 38 anni, il titolare dell’agenzia di onoranze funebri, fermato ieri per duplice omicidio e occultamento di cadavere.

L’uomo, nel corso dell’interrogatorio di convalida davanti al gip del Tribunale di Siracusa, Carmen Scapellato, ha rigettato la ricostruzione dei carabinieri e della procura. Dall’autopsia sulle salme, eseguita dal medico legale, sono emerse sui corpi delle vittime lesioni riconducibili ad atti violenti.

Nelle prossime ore è attesa la decisione del gip sulla convalida della misura cautelare nei confronti del 38enne, che, ieri mattina, è stato accompagnato nel carcere di Cavadonna, a Siracusa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo