In tendenza

Francofonte, mobilitazione per il clochard: trovato un riparo momentaneo in un centro di assistenza

Il senzatetto di origini catanesi aveva speso gli ultimi spiccioli per raggiungere Francofonte

La macchina dei soccorsi si è subito messa in movimento. Alla fine il clochard è stato collocato nel centro per rifugiati. Il senso di comunità ha vinto. L’uomo che da qualche giorno dormiva su una panchina del paese, ignorato dai passanti, adesso ha un tetto e un piatto caldo grazie all’intervento dei volontari dell’associazione nazionale carabinieri e ai militari dell’arma che hanno provveduto a trovargli una sistemazione immediata.

Una svolta positiva nella complicata storia di un uomo di Catania che ha perso casa e lavoro e, con quei pochi spiccioli in tasca ha potuto raggiungere soltanto Francofonte. A notare il clochard sono stati i volontari dell’ANC  Manuel Andrea Mazzone e Marco Mangano guidati dal maresciallo Vincenzo Lo Terzo impegnati in uno dei servizi di osservazione e comunicazione. Gli stessi che lo hanno assistito e rifocillato

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo