In tendenza

Ospedale di Lentini, carenza di personale e criticità ancora insolute. TDM scrive all’ASP

Il presidente del Tribunale dei diritti del malato Alfio Bosco, ha inviato una nota al direttore generale dell'Asp per sollecitare la risoluzione di svariate criticità che interessano l'ospedale di Lentini

Una serie di criticità ancora da risolvere, prima fra tutte la carenza di organico, il tema della Breast Unit, un’area destinata al servizio di oculistica. Questo e molto altro è racchiuso nella nota di sollecito  che Alfio Bosco,  presidente del tribunale dei diritti del malato, sezione di Lentini ha inoltrato al direttore generale dell’Asp.

“Dall’incontro che porta la data del 21 luglio – scrive Alfio Bosco – tra il comitato Unitario Sanità Pubblica e il nuovo direttore sanitario dell’ospedale, dottor Antonino Micale, erano state evidenziate molteplici criticità relative principalmente alla carenza di personale sanitario, socio-sanitario e tecnico amministrativo in diverse aree del nosocomio, oltre al mancato rinnovo del parco tecnologico. Nel corso dell’incontro era stato affrontato anche il tema della Breast Unit per la quale si sollecitava l’individuazione di uno spazio specifico e autonomo da destinare alla stessa unità operativa  con annesso il servizio di senologia. Relativamente a quest’ultimo, abbiamo chiesto oltre alla realizzazione in loco del servizio di anatomia patologica, anche un accesso idoneo per l’utenza che eviti l’utilizzo dell’ascensore di servizio, attualmente in uso. Altro punto importante riguarda il servizio di oculistica per il quale si ritiene necessario che venga destinata un’area  autonoma. Riguardo al distretto sanitario di piazza Aldo Moro, siamo ancora in attesa della nomina definitiva del direttore sanitario e di un aggiornamento sul finanziamento del progetto di ristrutturazione e ammodernamento della sede del distretto sanitario PTA di Piazza Aldo Moro, per il quale erano stati stanziati  800 mila euro“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo