In tendenza

Sanzione e sequestro del pescato in un ristorante di Lentini

Il pesce, sottoposto a verifica da parte del personale del Servizio Veterinario, è stato giudicato non edibile, e quindi avviato a smaltimento

Continua l’attività di polizia e di vigilanza svolta dalla Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta nell’ambito dei controlli sulla regolarità della filiera della pesca.

Durante un controllo ad un ristorante sito a Lentini, effettuato congiuntamente da Militari della Guardia Costiera e da personale del Servizio Veterinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale, sono state riscontrate delle difformità, che hanno condotto alla comminazione di una sanzione amministrativa pari a circa 1.500 euro nei confronti del titolare dell’esercizio commerciale, con sequestro di circa 15 kg di prodotto ittico, privo di documentazione che ne evidenziasse la tracciabilità.

Sono anche state rilevate delle irregolarità per quanto attiene il rispetto della normativa Haccp e delle disposizioni dettate in tema di igiene del personale e delle lavorazioni. Il pescato, sottoposto a verifica da parte del personale del Servizio Veterinario, è stato giudicato non edibile, e quindi avviato a smaltimento.

Rimane sempre l’alta l’attenzione della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera nel perseguimento di quelle indebite condotte che possano mettere a repentaglio la salute dei cittadini, attraverso la messa in vendita di prodotto ittico di dubbia provenienza, o non correttamente conservato.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo