In tendenza

Si conclude la tre giorni di salute legale dell’istituto comprensivo Riccardo da Lentini

I ragazzi dell’istituto comprensivo di tutti gli ordini sono stati impegnati in attività formative affrontando i temi della legalità, bullismo, lotta contro la mafia

Si è conclusa con risultati più che soddisfacenti la tre giorni dedicata ai temi della legalità, bullismo lotta alla mafia.

Protagonisti gli studenti di ogni ordine e grado dell’istituto comprensivo Riccardo da Lentini diretto dal dirigente scolastico Mauro Mangano.

Grazie all’incontro con Annamaria Piccione, autrice del libro “Per sempre Libero”, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di conoscere la storia dell’imprenditore Libero Grassi, ucciso per essersi ribellato al racket del pizzo.

A seguire l’incontro con Antonino Marino, autore del libro “Il sorriso della vittoria”, è stata l’occasione per affrontare il dilagante fenomeno del bullismo. Un tema che ha fatto riflettere i giovani anche sulle strategie da utilizzare per combattere ogni forma di sopruso soprattutto a scuola.

La carrellata di eventi formativi si è conclusa con la cerimonia nel cortile della scuola, dove, in  presenza del Dirigente scolastico Mauro Mangano, del Prefetto Giusi Scaduto, del Sostituto Procuratore Andrea Palmieri, del sindaco Rosario Lo Faro, dell’attrice dell’Inda Giulia Valentini, nell’ambito del progetto “Un albero per il futuro”, promosso dalla Procura della Repubblica e dalla Prefettura, due alunni, in rappresentanza  hanno piantato una talea di ficus macrophilla nel ricordo di Giovanni Falcone e del suo impegno assoluto contro la mafia.

“Alla Riccardo da Lentini – ha detto il dirigente scolastico mauro Mangano – cittadini si diventa e si punta alla costruzione di un’identità personale e di una solidarietà collettiva attraverso molteplici iniziative, tutte rivolte alla crescita formativa di ogni alunno considerato sempre come un individuo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo