In tendenza

Terreno della Sicula Trasporti acquisito al patrimonio comunale di Lentini. Il sindaco “La città ha già dato”

Il 3 agosto scorso, agenti della Polizia Municipale di Lentini hanno accertato e trascritto in un verbale di constatazione la non ottemperanza da parte della Sicula Trasporti dell’ordinanza di ripristino. In seguito a ciò, il 4 agosto è stata emessa un’ordinanza con la quale è stato ingiunto alla società il pagamento della somma di 20 mila euro come sanzione pecuniaria

Acquisito al patrimonio comunale il terreno della Sicula Trasporti. Lo hanno reso noto il sindaco Rosario Lo Faro e l’assessore con rubrica anche al Territorio e Ambiente nonchè vice sindaco, Maria Cunsolo, i quali attraverso una nota diffusa hanno ricostruito la vicenda sfociata con l’ordinanza notificata ai titolari della società, di “acquisizione gratuita al patrimonio comunale del terreno oggetto dello scavo illegittimo”.

Il 18 maggio 2017, in seguito ad una denuncia alla Procura della Repubblica da parte del compianto Francesco Ruggero – si legge nel comunicato fu eseguito un sopralluogo dagli agenti della Polizia Municipale di Lentini e fu accertata l’esecuzione, abusiva e non autorizzata, di lavori di sbancamento su un’area posta all’interno della discarica di Grotte San Giorgio di proprietà della Sicula Trasporti. Infatti, senza nessuna comunicazione al Comune e all’ufficio tecnico, senza autorizzazione e in area archeologica, si preparavano quelle vasche che sarebbero state oggetto, con la successiva richiesta della Sicula Trasporti alla Regione Sicilia, del futuro ampliamento di oltre 4.000.000 di metri cubi di rifiuti. Conseguentemente, fu emessa l’ordinanza n°9 del 31/08/2017 con la quale fu ingiunto ai responsabili il ripristino dei luoghi nello stato originario, nel termine di novanta giorni.

Il provvedimento fu impugnato innanzi al T.A.R. Catania, senza alcuna richiesta di sua sospensiva. Nessun controllo venne successivamente fatto dalla precedente amministrazione per verificare l’avvenuto rispetto del provvedimento da parte della società.

A oltre cinque anni da questa vicenda l’amministrazione del Sindaco Lo Faro ha ripreso la questione, inspiegabilmente ferma, completando l’iter per ristabilire la legalità.

Il 3 Agosto 2022, agenti della Polizia Municipale di Lentini hanno accertato e trascritto in un verbale di constatazione la non ottemperanza da parte della Sicula Trasporti dell’ordinanza di ripristino. In seguito a ciò, il 4 Agosto 2022, è stata emessa un’ordinanza con la quale è stato ingiunto alla società il pagamento della somma di €. 20.000,00 come sanzione pecuniaria. Ed infine, dando seguito agli accertamenti fatti ed ai provvedimenti adottati, è stata emessa un’ordinanza, ritualmente notificata ai trasgressori, di “Acquisizione gratuita al patrimonio comunale del terreno oggetto dello scavo illegittimo”. Tutto ciò, oltre a ristabilire la legalità ed a costituire un atto dovuto, previsto dalla legge in caso di una violazione edilizia, potrà servire al Comune come ulteriore elemento per bloccare il procedimento sulla richiesta di ampliamento, tuttora pendente, della discarica di Grotte San Giorgio. I lotti, la cui acquisizione al proprio patrimonio è stata disposta dal Comune di Lentini, sono, infatti, gli stessi interessati dall’ampliamento.

La mancanza del titolo di proprietà, infatti, è condizione preclusiva per l’accoglimento dell’ istanza presentata dalla Sicula Trasporti. Un altro piccolo passo per il ripristino della legalità e per la tutela del nostro territorio è stato fatto da questa amministrazione, consapevoli che Lentini ha già dato “.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo