In tendenza

Ballottaggio a Lentini: stasera i comizi degli sfidanti Saverio Bosco e Rosario Lo Faro

Da entrambi gli schieramenti l’invito rivolto agli elettori è quello di andare a votare. La bassa affluenza registrata  al primo turno (hanno votato 10576  cittadini su  20952 aventi diritto) ha costretto le  forze politiche a fare una profonda riflessione

Con i comizi di stasera si chiude la campagna elettorale dei candidati al ballottaggio Saverio Bosco e Rosario Lo Faro. Gli stessi che al primo turno hanno riportato rispettivamente 3550 preferenze pari al 34.7% e 2.421 voti pari al 23.73%.

Lo Faro sul palco di piazza Umberto parlerà ai cittadini a partire dalle ore 18.30. L’appuntamento con Bosco è fissato alle 20. Da entrambi gli schieramenti l’invito rivolto agli elettori è quello di andare a votare dal momento che la bassa affluenza  registrata  al primo turno  (10576  cittadini su  20952 aventi diritto ) ha costretto le  forze politiche a fare una profonda riflessione. Per l’esatta geografia del massimo consesso civico bisogna comunque aspettare l’esito del ballottaggio tra i due dei 6 candidati che hanno ottenuto maggiori consensi. In merito agli  apparentamenti, Saverio Bosco che ha già ufficializzato i nomi dei 5 assessori che lo affiancheranno in caso di vittoria (Rita Brancato, Salvo Caracciolo, Giuseppe Fisicaro, Gabriele Galatà e Alessandro Vinci), ha dichiarato di “aver rinunciato sin da subito ai voti di scambio”. Da parte della coalizione Ancora, dunque nessun apparentamento.

Per Rosario Lo Faro (che ha designato Maria Cunsolo del M5S come vice sindaco, Carlo Cardillo, Cristina Stuto e Francesca Reale), l’invito accolto dalla segretaria dei popolari per Lentini, esclusa al primo turno, che ha aderito al progetto “arricchisce il Patto Civico”.

Il confronto – ha detto Lo Faro – è stato esclusivamente sui contenuti, sui progetti da portare avanti insieme per rilanciare la città. Ho rivolto lo stesso invito a Stefano Battiato perché credo che anche lui rappresenti una fetta di società che deve essere assolutamente coinvolta. Mi spiace che non abbia voluto aderire. Mi auguro ci ripensi perché del contributo di idee e di energie del progetto che Stefano ha rappresentato vi è essenziale bisogno. Così come nessuna amministrazione potrà prescindere dal confronto con ciò che Maria Adagio e Laura Vacirca hanno rappresentato e rappresentano un pezzo di società viva, appassionata che deve essere messo in campo se vogliamo dare una prospettiva di futuro alla nostra comunità”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo