In tendenza

I Tinchitè tornano a denunciare il degrado: stavolta è il turno della Carlentini Brucoli scambiata per discarica

Cristina Centamore è andata sulla Carlentini Brucoli scambiata per una discarica a cielo aperto, dove gli incivili la fanno da padrone

Secondo step dei Tinchitè, Antonino Marino e Cristina Centamore,  simpatici coniugi che con i loro siparietti nel programma di Facebook, “occhiu vivu” denunciano il degrado e lanciano un messaggio forte e chiaro alle autorità competenti. Dopo la conta delle buche sulla SP 95 Carlentini Villasmundo dove Antonino Marino ne ha contate circa 377, stavolta è toccata alla Carlentini Brucoli. Terra di nessuno l’arteria  è diventata una pattumiera a cielo aperto

Materassi, plastica, umido, lastre di eternit, divani e poltrone. Non manca niente sull’arteria transitata da molti automobilisti che devono raggiungere le loro case. Persone queste che da tempo chiedono l’intervento del comune di Augusta affinchè venga avviata l’azione di bonifica.

Nel suo intervento Cristina ha denunciato anche il lancio del sacchetto direttamente dalle auto in movimento e dice:  “ A questo punto sorge spontanea la domanda: di chi è la colpa ?Degli incivili, degli amministratori locali o di entrambi?”

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo