In tendenza

Lentini, consiglio comunale: maggioranza confusa e senza intesa. Nulla di fatto nella scelta del presidente del consiglio

Domani sera nuova seduta del consiglio comunale per l'elezione del presidente e del vice presidente del consiglio. Sorpresa all'interno della Giunta: a pochi minuti dall'inizio dei lavori, al posto della dimissionaria  Francesca Reale, il sindaco Rosario Lo Faro ha nominato  Enzo Pupillo e Ciro La Ferla

Iniziati con un’ora di ritardo, i lavori in occasione della prima seduta del consiglio comunale si sono conclusi con il giuramento dei 16 consiglieri. A vuoto l’elezione del presidente del consiglio.

Maggioranza e opposizione dunque, ritorneranno in Aula domani sera per eleggere il presidente del consiglio comunale. Confusione e votazioni andate a vuoto  hanno determinato un nulla di fatto nella scelta del presidente , rivelando così fratture all’interno della maggioranza del patto civico per Lentini.

Che mancasse la quadra, si era capito sin dai primi minuti quando all’appello del segretario comunale, sia i consiglieri di maggioranza che il sindaco risultavano assenti.

Un’ora dopo, alle 21,15,  tutti presenti  alla riunione che si è svolta all’insegna dell’indecisione, della confusione, di volti smarriti alla ricerca disperata di  minuti di sospensione per discutere. Una riunione che, purtroppo,  ha rivelato al pubblico presente e ai lentinesi una mancanza di intesa  ancora prima di iniziare a governare.

A condurre i lavori, il consigliere Giuseppe Vasta che ha riportato maggior numero di preferenze.

Un minuto di silenzio in memoria del compianto presidente dell’associazione nazionale carabinieri,  Andrea Chiarenza, scomparso nei giorni scorsi per poi  procedere al giuramento dei sedici consiglieri comunali. Per la maggioranza: Filadelfo Tocco, Silvana Bosco,  Gianmarco Di Grande, Ciro Greco, Efrem Sanzaro,  Corinne Valenti, Salvatore Ippolito, Maria Culici, Maria Cunsolo e Agata Magnano. Di minoranza: Saverio Bosco, Giuseppe Vasta, Diletta Pericone, Alessandro Vinci, Davide Marchese, Luigi Campisi .

Dopo la  convalida dei consiglieri, si prosegue con l’elezione del presidente del consiglio comunale. Ma le votazioni vanno a vuoto. Segno che l’accordo non è stato raggiunto e non lo sarà nemmeno alla fine della seduta.

Poco prima della mezzanotte la consigliera del patto civico, Maria Culici prende la parola per chiedere il rinvio dell’adunanza nella parte che riguarda l’elezione di presidente e vice presidente del consiglio comunale. Proposta votata con 9 voti favorevoli e 7 contrari.

La sorpresa della serata è stata la presenza al fianco del sindaco Rosario Lo Faro del dirigente del PD, Enzo Pupillo e  di Ciro La Ferla accanto agli assessori precedentemente nominati, Cristina Stuto, Maria Cunsolo e Carlo Cardillo. Mancava Francesca Reale presente in Aula ma da tutt’altra parte, impegnata nei continui incontri con la maggioranza.

Di questa nuova composizione della rosa degli assessori ne ha chiesto spiegazioni il consigliere Saverio Bosco nel suo intervento, poco prima del termine dei lavori .

Sarebbe il caso – ha detto Bosco – che la maggioranza oltre a chiedere il rinvio del consiglio comunale, ci fornisse delucidazioni in merito alla presenza di altre persone  sedute accanto al sindaco. Ci aspettavamo altri assessori e ci troviamo altre persone che di fatto non abbiamo conosciuto attraverso comunicazioni ufficiali. Non vogliamo sapere  le deleghe e nemmeno chi sarà il vice sindaco ma quanto meno conoscere la squadra di governo“.

Nel suo intervento il sindaco Rosario Lo Faro ha risposto:  “a seguito delle dimissioni di Francesca Reale che ha consegnato oggi pomeriggio per sopraggiunti impegni personali –  ha spiegato  – è stata integrata la Giunta con la nomina di altri due assessori. Per questo motivo la giunta al completo è composta da Ciro la Ferla, Enzo Pupillo, Maria Cunsolo, Cristina Stuto, Carlo Cardillo”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo