In tendenza

Parco archeologico Leontinoi. Da stamane lavori di scavo e ricerca sul colle san Mauro

La missione di scavo e ricerca condotta dall’università degli studi Tor Vergata di Roma in collaborazione con il parco archeologico di Leontinoi disporrà di una foresteria messa a disposizione dal comune di Carlentini e di altre collaborazioni tecniche finalizzate allo studio e alla valorizzazione del sito

Il gruppo di lavoro, costituito da una ventina di componenti, fra cui archeologi e tecnici addetti al rilievo, al restauro e alla documentazione, che opererà sotto la direzione di Marcella Pisani, professore associato di Archeologia Classica e di Lorenzo Guzzardi, direttore del Parco di Leontinoi, indagherà la zona A nel territorio di Carlentini e la zona B nel territorio di Lentini. L’area di Carlentini interesserà la sommità del Colle e, in particolare, una delle acropoli della città antica che in passato ha restituito varie terracotte architettoniche di edifici sacri riferibili ad età greca arcaica.

“Si tratta – sottolinea l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – di un’importante azione di indagine e conservazione che mira a far luce su un’area della Sicilia interessante e ricca di testimonianze storico-archeologiche. Il rilancio degli scavi costituisce una delle azioni di punta attraverso cui il Governo regionale sta potenziando l’impegno verso il rilancio dei siti culturali anche al fine di valorizzare le aree archeologiche e potenziarne l’attrattività”.

Il team di ricerca esplorerà, in particolare, il settore nord-ovest del Colle San Mauro in una zona dove sono visibili alcuni tratti di muri antichi, realizzati con grandi conci parallelepipedi. “L’attività di ricerca – precisa il direttore del Parco archeologico di Leontinoi, Lorenzo Guzzardi – prevede anche l’attività di georeferenziazione, mappatura topografica e di ripresa con drone delle aree in cui si evidenziano emergenze archeologiche. Quest’attività, condotta da Giampaolo Luglio, è finalizzata all’individuazione dei principali monumenti della città che sono citati dalle fonti storiche ma che ancora non sono stati riportati in luce”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo